DiarioTwitter DiarioFeed

Archivio della categoria 'Arte traduttiva'

Il non-così-strano caso della traduzione di Dear Esther
Martedì, Marzo 13, 2012

Dear Esther è un videogioco…
No, devo necessariamente correggermi.
Dear Esther è un’opera multimediale molto particolare, un viaggio onirico su un’isola abbandonata dove non ci sono nemici da affrontare, se non uno: quello linguistico. Opera del tutto sbocciata e cresciuta in ambito amatoriale, Dear Esther non è stata infatti inizialmente localizzata in più lingue, senza però escludere […]

OK, questa volta ho finito
Giovedì, Dicembre 15, 2011

Quante volte ho esclamato dentro di me questa frase? In pratica ogni volta che ho preparato un pacchetto di DtPad da distribuire. Eppure è dal gennaio 2009 che mi ritrovo a programmarlo, a farlo sviluppare con nuove funzionalità e miglioramenti in quelle già esistenti, seppur sempre a tempo perso. Ogni velleità è proprio da scordarsi.
E’ […]

Les traductions dans l’histoire
Giovedì, Settembre 23, 2010

E’ con un pizzico di orgoglio personale che vado a scrivere questo post: come infatti annunciatomi, è stata pubblicata una traduzione in francese di un mio “vecchio” spunto riflessivo sulla traduzione e sulla sua storia, un argomento che, a maggior ragione rileggendolo oggi, ricordo non mi sarebbe spiaciuto approfondire e articolare periodo per periodo. Probabilmente […]

Il traduttore? Lo pago… ma virtualmente
Mercoledì, Dicembre 17, 2008

Che esistano svariati tipi di traduzioni gratuite è ormai cosa risaputa per il Diario. Che il caso Facebook non sia un caso unico, anche. Ciò nondimeno prima di oggi non immaginavo che anche il campo videoludico potesse essere interessato da una traduzione aperta, ove la localizzazione di un videogioco fosse lasciata direttamente ai suoi utenti; […]

Lost in translation
Lunedì, Dicembre 15, 2008

Ogni tanto mi capita di soffermarmi a leggere il titolo originale di un film o di un libro di cui mi accingo a usufruire, al solo scopo di curiosità personale. Recentemente mi è capitata sottomano la trilogia di “Queste materie oscure” (”His Dark Materials”) di Philip Pullman composto da “La bussola d’oro” (”Northern Lights”), “La […]

Non è un paese per professionisti
Giovedì, Dicembre 11, 2008

La traduzione gratuita divide ancora una volta i traduttori. Su ProZ.com ha avuto inizio in questi giorni una nuova interessante discussione circa la divisione che intercorre tra chi traduce per professione, e chi traduce per motivi differenti, quali essi siano. Certo, una distinzione sarebbe d’uopo attuarla (libertà, apertura e amatorialità sono tre facce differenti […]

Manifesto al confronto
Giovedì, Novembre 27, 2008

In questi giorni ho avuto modo di aver diversi riscontri a proposito del manifesto traduttivo amatoriale, alcuni positivi, altri propositivi, altri critici, altri ancora pessimisti o persino negativi. Sono tutti tipi di posizioni che sinora hanno contribuito quasi in egual modo a formare il manifesto così come appare oggi, nella sua quinta revisione (contando anche […]

Manifesto traduttivo amatoriale
Venerdì, Novembre 21, 2008

Che cosa è la traduzione amatoriale? Cosa la contraddistingue, quali aspetti la rendono per certi versi unica e differente da altre realtà traduttive?
Quanto scritto lo scorso 24 ottobre nel post relativo alle luci e ombre della traduzione è servito forse a delineare in maniera più concreta un concetto che non è certo di facile razionalizzazione. […]

Dossier “traduzione libera”
Lunedì, Novembre 17, 2008

Un viaggio nel mondo delle localizzazioni amatoriali italiane. Della serie, quando la passione conta più delle valutazioni sull’importanza del bacino d’utenza… - The Games Machine n. 241 - dicembre 2008, Speciale Traduzione Libera
Con queste parole si presenta il dossier che la nota rivista videoludica The Games Machine ha pubblicato nel suo numero di dicembre (uscito […]

Differenti punti di vista
Lunedì, Novembre 10, 2008

Molti fattori influiscono sull’opera di traduzione, non certo ultima la collocazione socio-culturale del traduttore, oltre che naturalmente linguistica. Partendo da questo presupposto appare chiaro che per comprendere appieno chi sia un traduttore (e come lavora) si dovrebbero considerare altre questioni oltre alla padronanza della sintassi e della grammatica di una lingua: tra di esse si […]